Pagine

venerdì 12 febbraio 2016

Stiamo difendendo l'indifendibile

Proviamo a riflettere. Siamo tutti qui, perlomeno gli amici e conoscenti, a difendere l'ovvio, la vita politica e sociale dall'intromissione della chiesa; la libertà di amare o di scopare con chi si vuole, come si vuole e quando si vuole; la libertà di avere un figlio, dati i tempi sono anche cambiati i modi e gli attori, rassegnatevi e ricordatevi gli antichi che adottavano senza farsi tutte queste pippe mentali; la possibilità di fare una battuta su un disabile o malato perché è uno di noi e come tale risponde; la libertà di criticare chi non è d'accordo con noi; ecc. Insomma siamo qui a difendere l'indifendibile perché sono concetti e situazioni che non dovrebbero essere attaccati.

1 commento:

Zio Scriba ha detto...

Anche se sto diventando un lettore di blog veloce, fugace e silenzioso, quando c'è da sottoscrivere sottoscrivo.
Eccheccazzo! :)
Ciao grande Gap!