Pagine

sabato 9 gennaio 2016

Sogni e ricordi

Facebook ha insita una certa crudeltà, quella di riproporci, a diverso titolo e diverse occasioni, il ricordo di amici che ormai non ci sono più. Spesso gioco su Fb e mi ritrovo ogni volta il volto sorridente di questi amici che poco o tanto hanno giocato anche loro. Da qualche giorno stavo prendendo in considerazione l'ipotesi di cancellarli però mi sembrava una cattiveria, verso chi non saprei, un accanirsi contro chi non può più difendersi. Sì lo so sono problemi miei, di certo non di coloro che ci hanno lasciato. Ma probabilmente il problema non si pone più. Complice, penso, un po' di febbre ho fatto un sogno che vado a raccontarvi.

E' mattina, il cielo è azzurro, sono su un lungo mare e cammino con la distesa d'acqua alla mia sinistra, la vedo benissimo al di là della balaustra di ferro e vedo anche le navi nel porto. Mentre cammino alzo lo sguardo davanti a me e in lontananza vedo una persona, ha i capelli ricci, gli occhiali e porta con la mano destra una borsa di cuoio. Mi fermo a dir poco basito. Mi vede anche lui, alza il braccio sinistro e mi saluta, apre la bocca e urla qualcosa che ancora non sento, non capisco. Ormai siamo vicini sento quello che mi dice: Sono io, sono vivo.

E qui mi sveglio in preda ad un attacco di tosse. Ora ditemi come faccio a cancellare il suo profilo FB.

Nessun commento: