Pagine

domenica 3 gennaio 2016

La guerra dei vegani

Molti vegetariani e quasi tutti i vegani si sentono in diritto dovere di fracassare gli attributi a chi non condivide il loro stile di vita. Lo fanno dando dell'assassino, del torturatore, del nazista e via dicendo, basta che l'insulto sia feroce. Portano avanti questa campagna con la costanza dei grillini quando vogliono distruggere qualcosa o qualcuno senza preoccuparsi del metodo e spesso nemmeno del contenuto. Ed ecco spuntare teorie salutiste che qualsiasi medico di base potrebbe smontare (dimenticavo che per voi i medici sono asserviti alle multinazionali e sono solo dei ciarlatani piazzisti di prodotti dannosi salvo poi ricorrere loro quando il vostro fisico cede), filmati su animali maltrattati o animali che, secondo loro, non hanno mai visto la terra o l'erba scambiando per eccezionale reazioni che qualsiasi allevatore o contadino potrebbe certificare come usuali. Gli esempi sono tanti come gli intolleranti, ma l'importante è non far notare loro l'incongruenza di ciò che dicono perché si corre il rischio di prendere una razione supplementare di improperi, feroci, come detto.

Personalmente penso che ognuno debba essere libero di nutrirsi come vuole, con le bacche, con la terra, con l'urina ma anche con la carne, gli insaccati, la cicoria ripassata e la carbonara per non parlare dei dolci. L'importante è non imporre la propria idea agli altri, rispettando le abitudini alimentari che non si condividono. Di guerre sante ne esistono già troppe per doverci preoccupare anche di quelle scatenate dai vegani. Di conseguenza se volete portare avanti le vostre idee argomentatele senza offendere, senza dare dell'assassino a questo o quello solo perché mangia la carne.

Ancora una volta ve lo dico con gentilezza, argomentando ed evitando di calcare la mano. Se non vi sta bene ricordate sempre che esiste il tasto sinistro del mouse. Non è scritto da nessuna parte che ci si debba sopportare per forza perché si è diventati amici di social in un tempo lontano e chissà per quale motivo. Come vedete non sono nemmeno caduto nella trappola di contrapporre al vostro animalismo esasperato la quasi totale mancanza, sulle vostre pagine, di ogni riferimento a profughi, morti per guerra e altro ancora.

1 commento:

Harmonica ha detto...

Parole sante. Di imbecilli ce ne sono già troppi per sopportare anche i vegani.