Pagine

venerdì 10 aprile 2015

Meglio un selfie che un convegno

A commento del precedente post, quello sulla tessera Pd con annesso sconto per l'Expo di Milano, una cara amica mi posta questo pezzullo apparso su un giornale locale calabrese.

Stabilito che il selfie catanzarese, avrei preferito autoscatto in italiano o l'equivalente in calabrese, è sicuramente meno dannoso della tessera con sconto milanese, appena letta la parola legalità del titolo mi è venuto in mente un bel convegno di quelli cazzuti con autorevoli esponenti politici, sociologi, giornalisti e studiosi del fenomeno n'drangheta, e mi vengono anche in mente diversi nomi nelle varie categorie. Uno di quei convegni dove non ci si annoia di sicuro perché l'argomento, purtroppo, non lascia molto spazio alla noia. Sicuramente si sarebbe usciti con meno tasso alcolico nel sangue, visto il luogo del selfie pubblico, ma con più consapevolezza nella testa.

E tanto per non lasciare nulla al caso, farsi un selfie durante l'apericena con la Picierno lo poteva concepire solo una mente malata e con notevoli problemi, non solo politici ma anche di lingua.

Nessun commento: