Pagine

giovedì 23 ottobre 2014

Togliatti, Migliore e qualche ricordo


Probabilmente sarà stato l’inverno 1974-75, sicuramente faceva molto freddo e altrettanto sicuramente ero molto giovane come gli altri personaggi della foto. Chi mi conosce o ha seguito il blog con una certa regolarità sa del mio passato di obiettore di coscienza e del conseguente tentativo di non fare il militare per indirizzarmi verso il servizio civile. Ero, all'epoca, in contatto con un centro di volontariato con cui sarei dovuto partire per il Sud America, dove tra l'altro era già un mio fratello. Si organizzavano, per raccogliere fondi, i cosiddetti campi di lavoro. E ne facemmo uno anche al mio paesello. Non ricordo chi e come lo organizzò e ci parteciparono anche giovani di altre città. Sicuramente due ragazze di Biella, una in primo piano nella foto, quello dietro con cappuccio e barba, per chi non lo avesse capito, sono io.

Si raccoglievano carta e cartone che all'epoca si vendevano bene. Ma i miei compaesani approfittarono del nostro campo di lavoro per svuotare le cantine e così ci trovammo sommersi sì di carta e cartone ma anche di molti altri materiali che ci toccò far sparire dalla strada per non incorrere nell'ira degli spazzini e degli abitanti stessi che si erano disfatti proditoriamente dei loro rifiuti.

Raccogliemmo quintali di carta e anche oggetti e memorabilia che poi ci auto vendemmo per incrementare gli introiti. Io mi comperai una lettera autografa di Palmiro Togliatti ad un vecchio compagno. Lettera datata 1945, rigorosamente su carta intestata del Partito Comunista Italiano e firmata con il proverbiale inchiostro verde. Gli anni purtroppo hanno sbiadito il colore che si intravvede solo nella macchia sotto la firma. Se non ricordo male mi costò diverse migliaia di lire.

Ma perché questo ricordo viene a galla solo ora a distanza di decenni? Perché nel panorama politico, di bassa lega, vagola un uomo di nome Gennaro Migliore che finalmente ha chiuso, per ora, il suo percorso approdando sulle sponde, che nessuno respingono, del Partito Democratico. Per assonanza mi è venuto in mente Palmiro Togliatti detto il Migliore, mentre altri si sono limitati a Genny 'a carogna. Ecco allora la giustificazione per la pubblicazione della lettera, perché di Migliore ce ne è uno solo. E, come detto in altre occasioni, non sono e non sono mai stato togliattiano ma se ce ne fosse uno libero ci farebbe comodo.

1 commento:

Punzy ha detto...

Hai un passato che ti invidio (in senso buono). Hai ricordi di un mondo in divenire, che si sperava progressista in un ottimismo sociale secondo me senza uguali in seguito. Un mondo di idee, di persone che avevano voglia e speranza di fare. Ecco, questo te lo invidio