Pagine

mercoledì 29 ottobre 2014

L'immaginazione al potere


Immaginiamo per un attimo che ciò che sta accadendo nel nostro Paese fosse accaduto con il governo Berlusconi o un governo di chissà chi altro. Immaginate gli operai di Terni picchiati dalle forze dell'ordine con al Viminale un ministro di centro-destra.  Immaginate gli alti lai per l'attacco alla democrazia, al diritto di sciopero e di manifestazione, al colpo di stato, all'acidità di stomaco e all'unghia incarnita.
Ma al governo c'è Renzi e al Viminale, oh cazzo, C'E' un ministro di centro-destra.

Immaginate per un attimo che il governo Berlusconi dica che tutto va bene e che non ci sono problemi per la nostra economia. Immaginate le urla e gli strepiti che si leverebbero da ogni parte per la sottovalutazione della situazione, ecc, ecc.
Ma al governo c'è Renzi e ci dica che ci riprenderemo e che i posti di lavoro saliranno, lieviteranno come pane, oh cazzo di nuovo, è già successo.

Immaginate per un attimo che un qualsiasi presidente del consiglio dica che si vuol mettere mano all'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Ma un pensiero del genere può venire esclusivamente ad un governo di centro-destra. Immaginate un sindacato che convochi una manifestazione mastodontica, colossale contro la sola idea.
Ma al governo c'è Renzi e non toccherà mai l'art.18. Oh cazzo ancora. Lo ha fatto.

Nessun commento: