Pagine

martedì 3 giugno 2014

Berlinguer, l'inserto de l'Unità e un ricordo

Con l'inserto de l'Unità su Berlinguer è iniziato il mese del ricordo nel trentennale della morte. Una rapida occhiata mi permette di dire che c'è da leggere, da capire e da studiare. Ma anche da ricordare quello psicodramma collettivo che coinvolse comunisti e no.
Non ho in casa, appese al muro intendo, manifesti o foto di politici se non una di Berlinguer che mi guarda mentre scribacchio le mie cose insieme con Giordano Bruno e Coppi. Foto raccolta chissà dove nella redazione, come quella di Lenin su legno presa in un secchione di cose buttate via. E' una foto del viso che purtroppo reca in secondo piano, ma ben visibile e per questo non la pubblico, quello che non è mai stato comunista ma che grazie ai comunisti si è fatto un nome e una carriera. Spesso penso di farla ritoccare ma poi mi rendo conto che sarebbe un falso storico come le foto dell'Urss e la lascio intatta a perenne monito.

Ripubblico il ricordo del mio primo incontro con il Segretario.


1 commento:

Ernest ha detto...

che posso dire... io l'ho conosciuto tramite le parole di mio padre, tramite i suoi scritti e i video.
ricordo di aver guardato più volte il filmato dei suoi funerali con i brividi.
Ora la rabbia è quella di non avere qui una persona come lui...