Pagine

martedì 28 gennaio 2014

Ingenui pensierini

Un bel requiem di sottofondo e penso agli operai dell'Electrolux ma anche a quelli di Pomigliano, dell'Omsa e di tante altre fabbriche e fabbrichette, a coloro che si schierarono con Marchionne e la Fiat dando il via al decadimento a cui non sapremo dare uno stop.
Penso ai lavoratori di tutto il mondo disuniti e a quelli che vogliono togliere i diritti e i salari a chi li ha conquistati senza pensare che sarebbe il caso di darli a chi non li ha mai avuti.
Penso all'urgenza(?) della legge elettorale, alle preferenze, ai collegi, ai listini, alle soglie di sbarramento e mi chiedo quando si penserà alle idee da portare avanti nelle elezioni.
Penso a tutti coloro che a loro insaputa si sono trovati una casa da mantenere o una macchina nuova o i figli iscritti a università prestigiose o settimane in spa eleganti e costose.
Penso a coloro che non fanno la spesa e non trovano nessuno che la faccia a loro insaputa e gliela faccia anche recapitare a casa.
Penso agli zingari che quest'anno sono andati di moda nella Giornata della Memoria in contrapposizione alle vittime ebraiche e alle polemiche se sia una giornata retorica o meno senza che ci si preoccupi di come ogni singolo si avvicina a questa data.
Penso al negazionismo per incuria, a quello per scelta e mi chiedo quanto sia controproducente quello per legge.
Penso se tutto questo pensare sia utile.

2 commenti:

Ernest ha detto...

e Gap per ora il pensare non ce lo possono togliere ed è anche quello che ci differenzia dai molti che preferiscono voltarsi da un'altra parte e fare finta di niente che tanto ci sarà qualcuno che se ne occuperà...

Martina Di Renzo ha detto...

posso piangere sulla tua spalla?