Pagine

martedì 10 dicembre 2013

L'inquietante sottovalutazione dei forconi

Inquietante. Ecco, la situazione in Italia è come minimo inquietante. C'è un misto di speranza, rassegnazione, furore che tende a travolgere tutto. In piazza ci sono manifestazioni di dubbia origine che vedono la partecipazione di persone anche in buona fede che non si rendono conto che nell'ombra, ma mica tanto, c'è chi manovra con fini sicuramente diversi dai manifestanti.

E' preoccupante la commistione tra qualunquismo, fascismo e antagonismo in piazza nello stesso momento e, almeno teoricamente, per lo stesso motivo anche se nessuno dice quale sia questo motivo. L'imperativo sembra essere facciamo casino tutti insieme e poi vediamo cosa succede.

E nei tg, tutti indistintamente, si minimizza, si travisa, qualcuno si spinge a un quasi elogio, ad un appoggio mimetizzato. Pochi parlano della presenza di organizzazioni di destra. Si lodano le forze dell'ordine per il gesto, equivoco, di togliersi il casco e abbassare gli scudi davanti ai manifestanti. Tanto la verità se sia stato un calarsi le braghe, un gesto distensivo o altro ancora non si saprà mai. Posso dire però, dopo enne manifestazioni fatte, che è la prima volta che succede. E non è bello, diciamo così.

Eppure, in questa orgia di populismo che sembra pervadere tutti, c'è chi ha già deciso di cavalcare l'onda e spingere il Paese oltre la soglia del baratro su cui siamo abbarbicati ormai da anni.

C'è tanta attenzione verso i social network, chiunque dica una stronzata gode del suo momento di notorietà eppure di tutte le foto, le pagine fb che girano come certi attributi, di equivoci tweet, nei servizi giornalistici televisivi non c'è traccia.

Non mi piace, è una situazione esplosiva e si sottovaluta ciò che sta succedendo. Ma forse è sempre la solita colpa dei sinistri. Perlomeno di quelli che ancora tentano di ragionare.

3 commenti:

silvano ha detto...

Sì concordo sono inquietanti. Sono un brodo primordiale di qualunquismo, malessere vero, disagio non rappresentato progettualmente. Credo siano pesantemente eterodiretti, almeno certe corporazioni, dalla malavita organizzata e politicamente dall'estrema destra.

E' senz'altro schematico e riduttivo quanto credo, ma temo abbia aspetti non marginali di verità.

ciao.

Bastian Cuntrari ha detto...

Assolutamente d'accordo.
Quanto al gesto dei tutori dell'ordine (che se avessimo un Ministro degli Interni dotato di attributi dovrebbero immediatamente essere sanzionati...) lo trovo irresponsabile e prodromico a una sorta di ammutinamento. Il che è ancor più pericoloso. Bravo Capo!

Cri ha detto...

Sono a libro paga.