Pagine

sabato 2 novembre 2013

Il Corsaro d’Egitto

Un romanzo illustrato di Walter Venturi

La vita di un grande esploratore dilettante, Giovanni Battista Belzoni, diventa un fumetto d'avventura: un po' Tex un po' Salgari. Insomma, una scommessa vinta nell'archeologia del Settecento 

Si può fare un libro biografico a fumetti? Se si tratta della biografia di Giovanni Battista Belzoni, sì. Costui, forse sconosciuto ai più, ha vissuto come il personaggio di un romanzo d’avventura di cui è l’artefice e l’attore principale. Ad iniziare dalla prima fuga da casa all’età di 13 anni portandosi dietro il fratellino di nove. Quello che lo racconta, quindi, non è un libro qualsiasi ma un fumetto che rivela, o richiama alla mente, la storia di Belzoni nell’arco di ben 271 pagine. Un romanzo affascinante come l’esistenza dell’archeologo, idraulico, uomo di spettacolo e altro ancora che fu Belzoni.

Forse l’avventurosa vita del gigante padovano arriverà ora ad un pubblico più vasto e qualcuno si potrà appassionare alle sue “gesta”, alle sue scoperte e tramite Belzoni avvicinarsi anche all’archeologia ed in particolare all’Egitto antico. La storia di questo padovano errante, ai nostri giorni, si può trovare nella rete in tutte le lingue e tutte le salse e come introduzione al fumetto stesso (personalmente ne consiglio la lettura dopo aver finito il libro, in particolar modo a chi non conosce Belzoni). Basti pensare che digitando Giovanni Battista Belzoni su Google vengono fuori qualcosa come 554.000 voci. Anche togliendone la metà, esagerando, come improprie si ha la percezione dell’importanza di questo dilettante che fece scoperte che hanno poi condizionato l’ancora giovane egittologia, stiamo parlando infatti della fine del ‘700 e dei primi anni del secolo successivo.

Ecco, forse si potrebbe dire che il “dilettante” Belzoni andrebbe “portato” a tutti per farlo uscire dai ristretti confini degli addetti ai lavori o degli appassionati. Onore, allora, all’autore del romanzo a fumetti.

L’autore dell’opera è Walter Venturi, apprezzato disegnatore che ha alle spalle un ricca carriera con diverse case editrici tra cui la Disney e la Bonelli stessa. Con Il grande Belzoni, collana Romanzi a fumetti della casa editrice Bonelli , 9,50€, esordisce come autore completo firmando anche la sceneggiatura. Una ricostruzione ricca che porta sulle pagine un personaggio, come già detto, avventuroso e romantico e dalle molte anime. Bel tratto, nitido, particolareggiato, preciso e giocato sui chiari delle molte situazioni nel deserto che fanno emergere gli scuri delle tavole degli interni delle tombe dei faraoni. È come se si passasse da un bianco e nero al colore.

Una lettura piacevole, non impegnativa ma non priva di spunti per approfondire l’argomento e l’opera di Belzoni.

3 commenti:

Harmonica ha detto...

Citato anche nella canzone "The Nightfly" di Donald Fagen. Ecco la strofa:

An independent station
WJAZ
With jazz and conversation
From the foot of Mt. Belzoni
Sweet music
Tonight the night is mine
Late line 'til the sun comes through the skylight

Il fatto curioso però che di Mount Belzoni a Baton Rouge non vi è traccia, esiste si, ma è una cittadina ad est del delta del fiume Mississipi, che è stata così chiamata proprio in onore dell'esploratore italiano.

Gap ha detto...

C'è sempre da imparare qualcosa.

Harmonica ha detto...

Grazie.
Ho omesso di dire che Baton Rouge viene citata all'inizio del brano e sarebbe il luogo dove trasmette il DJ immaginario cantato da Fagen.
Ciao Gap.