Pagine

mercoledì 21 agosto 2013

La bufala dell'agibilità politica

Ogni volta che sento l'allocuzione mi si rizzano quei quattro peli che mi sono rimasti in testa.
Agibilità politica. Ma quale enorme testa di cazzo si è inventata questa enorme cazzata?
Qualcuno vieta a Silvio Berlusconi di fare politica? Qualcuno gli vieta di esporre le sue idee? Qualcuno gli vieta di frequentare partiti politici, associazioni, rilasciare interviste a destra e manca?
No, non mi sembra, purtroppo per noi. E' solamente interdetto dai pubblici uffici, che è ben altra cosa. Quanti ex parlamentari continuano a fare politica pur non sedendo sugli scranni di Camera e Senato?
Quella che lui chiede non è agibilità politica ma IMPUNITA'.

3 commenti:

silvano ha detto...

Gap, modernizzati s'è mai visto un re cacciato in carcere dai suoi sudditi? Ai tempi se si voleva liberarsene bisognava farlo fuori, ma anche allora non s'era mai visto che qualcuno potesse processare il re, poi permettersi di condannarlo, ed infine metterlo in galera o fuori gioco. I sudditi son sudditi lo dice la parola stessa. Via un po' di modernità.

ciao, silvano.

cristiana2011-2 ha detto...

Eh, ma lui è il padrone del vapore, vuoi mettere?
Cristiana

Bastian Cuntrari ha detto...

Idem, Gap.
E di capelli ne ho un fottìo...