Pagine

sabato 25 maggio 2013

Sequestri e investimenti

Ieri abbiamo appreso che la Magistratura ha disposto il sequestro di beni immobili, non afferenti alle attività produttive dell'acciaieria di Taranto, alla famiglia Riva per l'inimmaginabile somma di 8,1 miliardi di euro.
Sempre ieri sera, ma grazie a Crozza, ho appreso che Luca Cordero di Montezemolo avrebbe aperto un trust (la prima reazione sarebbe: ma che cazzo è?) per i suoi cinque figli, si parla di qualcosa pari a 16 milioni di euro (più di 3 milioni a capoccia). Il trust sarà regolato dalle leggi (a quanto ho poi letto) di Jersey (Isole del Canale) e non da quelle italiane. Ci trovate qualcosa di simile alla fuga della Fiat a Londra? Siete sempre i soliti comunisti.
Come da molte parti riportato, Il sequestro Riva è il doppio di quanto pagato dagli italiani per l'Imu sulla PRIMA casa. E' superiore di quasi due miliardi all'Imu pagata dalle imprese. Insomma, se solo il sequestro diventasse effettivo, potremmo ridurre l'Imu come da tutti richiesto e, come se dipendesse solo dalla tassa sulla proprietà immobiliare, far ripartire l'economia.

Nessun commento: