Pagine

mercoledì 13 marzo 2013

La verità dei numeri



E’ vero che i dati elettorali sono come una coperta, la si tira dove vuole senza pensare a cosa rimane scoperto. E’ un fiorire di “siamo il primo partito” da parte dei pluristelluti ma le cifre non mentono. Dai dati definitivi del Ministero dell’Interno ecco cosa viene fuori.

Senato
PD    8.400.161    Totale coalizione             9.686.471
PdL  6.829.587    Totale coalizione             9.405.894
M5S 7.285.850    Totale coalizione             7.285.850

Dal che si evince, al netto del Porcellum, che il Pd è il primo partito, il M5S il secondo e il PdL il terzo. Chiara e netta espressione del voto degli italiani che sono andati a votare. A vedere le coalizioni, Grillo, che si presentava solo, è il terzo raggruppamento.

Camera
PD     8.644.523  Totale coalizione 10.047.808
PdL   7.332.972  Totale coalizione   9.922850
M5S  8.689.458  Totale coalizione   8.689.458

Applicando lo stesso ragionamento alla Camera risulta primo partito il M5S seguito dal Pd ed infine dai berlusconiani. Ma dato che ciò che conta sono le coalizioni, occorre rassegnarsi al fatto che anche alla camera il centrosinistra è la prima coalizione seguita dal centrodestra e da Grillo.

Così, tanto per ristabilire la verità dei numeri.

2 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

OK, PD primo.
Altra conferma alla teoria sulla solitudine dei numeri primi...

Gap ha detto...

E la conferma che una legge elettorale come l'italiana non era prevista nemmeno tra gli effetti dell'acido lisergico.