Pagine

venerdì 15 marzo 2013

Golpe Videla, Bergoglio coinvolto? La notizia e il titolo

"Sono riconciliato con quegli eventi e per me quella vicenda è chiusa". Lo scrive padre Franz Jalics, uno dei due religiosi arrestati e torturati durante la dittatura argentina di Videla.
"Non posso prendere alcuna posizione riguardo al ruolo di Bergoglio", dice riferendosi alle recenti polemiche. Nato in Ungheria, Jalics lasciò l'Argentina dopo la liberazione. Con Bergoglio parlò dei fatti solo dopo molti anni. La Conferenza Episcopale argentina fece pubblica ammenda nel 2000 per i "silenzi responsabili e l'effettiva partecipazione" nelle persecuzioni politiche degli anni della dittatura.

Quello che avete letto è il testo di una pagina di Televideo che alle ore 17.37 era ancora pubblicata, poi non so. E' evidente il desiderio di padre Jalics di non dire nulla, di non rivangare il passato con cui si è "riconciliato". E' una scelta e come tale va rispettata. Pubblico queste righe indipendentemente dal reale o meno coinvolgimento di Bergoglio con il golpe Videla ma soloper segnalare un acuto giornalista che ha letto in quelle parole tutt'altro, al punto che ha titolato:
Prete torturato: Papa Bergoglio non ebbe alcun ruolo.

Questo vuol dire essere più papista del Papa.

1 commento:

silvano ha detto...

Sono piacevolmente spiazzato da questo Papa. Il tempo ci dirà se manterrà le promesse.
ciao, silvano.