Pagine

sabato 2 marzo 2013

Domande

Nel lontano, per modo di dire, 2011 ci si chiedeva: "Cosa farà il Fatto Quotidiano quando Berlusconi non ci sarà più?" Ora lo sappiamo, l'organo non ufficiale del Movimento Cinque Stelle.

Ci si chiedeva, non molto tempo fa, "Cosa farà Renzi se perderà le primarie?" Ora lo sappiamo. E' stato seduto sulla riva dell'Arno ad attendere che passasse il cadavere dell'amico, Bersani.

Una domanda non ci ha mai abbandonato: "Berlusconi risorgerà dal suo momentaneo appannamento?" Tutti ci siamo detti di sì ma nessuno, a parte i pochi soliti pessimisti dell'eccesso derisi dai più, immaginava che lui risorgesse meglio di Lazzaro. Più bello e più potente che pria.

All'annuncio dell'abbandono della politica attiva da parte di Veltroni e D'Alema ci si arrovellava se avrebbero mantenuto un basso profilo, e in molti dicevano di no. Avevano indovinato.

"Ma che dici, Grillo farà il botto?", "Sì, eccome se lo farà". "Ecco sei il solito catastrofista".

"Ma è vero che in Italia sono stati eletti due clown?", "Da un popolo di buffoni cosa altro ti potevi attendere?"

"Bersani mangerà la colomba pasquale?", "No, gli tarperanno le ali prima di volare".

"Grillo si renderà conto delle sue responsabilità?", "Dipende da quanti altri leccaculo convincerà".

3 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

D'accordo con tutto, tranne - come ben sai... - con la secondachehaidetto.
Se Bersani ha deciso di suicidarsi, il suo cadavere si è visto passare dalle Alpi alle Piramidi e dal Manzanarre al Reno. E, casualmente, è passato pure per le rive dell'Arno.

Cri ha detto...

Io invece sono d'accordissimo. Soprattutto sulla due. Perché è qualche giorno che mi sono sorpresa, guarda caso, a fare esattamente lo stesso pensiero.

Ernest ha detto...

Sabbero poi da leggere i libri di storia futuri su questo periodo. ..