Pagine

lunedì 13 agosto 2012

Sondaggi estivi

Paure di agosto
Cosa è più preoccupante in questo agosto
La vicenda dell'Ilva 30%
La crisi che continua a mordere 5%
La spending review 15%
L'annunciato ritorno di Berlusconi 50%

Questo sono i risultati, per ora, del sondaggio di Globalist sulle paure d'agosto degli italiani. E chi ha votato per il ritorno di Berlusconi ha ragione. Le mosse del cavaliere, per il momento disarcionato, sono tutte tese ad un prossimo ritorno in sella per comandare l'orda all'attacco finale della democrazia, compito demandato, almeno in parte, per il momento al governo Monti.
Il giochino del mi candido, anzi no, però forse, meglio Alfano ma anche no, ricorda tanto Nanni Moretti. Ma il risultato non è un sorriso o una risata secondo i gusti ma un incubo da cui qualcuno troppo ottimista sperava di essere uscito definitivamente. C'è poco da fare, occorre dare atto al nanoscurodellademocrazia che è capace di tenere i suoi accoliti per le palle. Lo fa talmente bene che alla fine saranno costretti loro malgrado, perlomeno qualcuno, a invocare la sua candidatura. E, statene certi, gli italiani lo voteranno nonostante Grillo.

7 commenti:

Sandra M. ha detto...

Mi ritorna "su" la bottiglia di lambrusco che ci siamo stappati qui a casa la sera delle dimissioni del tanghero...che nausea.

Gap ha detto...

Sandra, abbiamo brindato tutti e la nausea c'era prima e c'è ancora. Speriamo ...

Cri ha detto...

Ma cavoli, ma che è, immortale? L'erba cattiva non muore mai, e va bene che i proverbi sono saggezza popolare... Ma qui davvero abbiamo passato i limiti

listener-mgneros ha detto...

nonostante grillo, grazie a grillo o con grillo?

michiamoaldo ha detto...

Il risultato delle elezioni sarà un governo che riprenderà da dove smetterà questo. Però ci saranno tanti del M5S in ordine sparso e siccome (dicono)ognuno vale uno, per comprarli tutti dovranno spendere un capitale. Penso anche che molti non si faranno comprare perchè ci credono davvero.

listener-mgneros ha detto...

il problema è quello che ci credono e e spesso fino ala fanatismo

michiamoaldo ha detto...

Li trovo meno fanatici di alcuni amici della lega, tuttora convinti del verbo. Del M5S mi ha colpito il messaggio:"se ci voti, devi partecipare". Gli altri mi hanno sempre detto: "votami che ci penso io". O l'aveva già detto qualcun altro?