Pagine

sabato 5 novembre 2011

Domande inquietanti



Avevo pensato di farci una serie di post giornalieri, ma come al solito poi non ho la costanza di portare avanti una rubrica del genere. Anche perché non mi paga (e caca)  nessuno. Allora me ne sparo subito qualcuno, così, aggratise.

Shimon Peres: «Con l'Iran opzione militare più vicina».
Se una frase del genere l'avesse detta Abu Mazen, pensate che non ci sarebbero state reazioni come sembra non ce ne siano di significative in questo caso?

Mubarak è agli arresti domiciliari, Gheddafi è morto, Ben Ali è in esilio, Karadzic è in galera, ecc.
Berlusconi almeno un giorno nelle patrie galere se lo farà mai per aver fatto precipitare l'Italia nello stato in cui versa?

Per i disastri "naturali" indaga la magistratura.
Per i disastri indotti dalla cattiva politica indagherà mai qualcuno? E qualcuno pagherà mai di tasca propria?

"E’ che a te non ti spoglierebbe nessuno"
Se avessi detto una frase alla Crosetto ad una collega mi sarei beccato sicuramente una denuncia, oltre che un sonoro ceffone. Costui verrà denunciato dalla giornalista o costei si accontenterà solo delle scuse di maniera?

Berlusconi: "Crisi da noi? Ma se i ristoranti sono pieni".
Se stasera vado a cena con amici al ristorante, non è che poi il premier dice che aveva ragione visto che anche i comunisti vanno al ristorante?

6 commenti:

Arguzia ha detto...

Rimandiamo la cena o facciamo un comizio dal Cicciarolo?

listener-mgneros ha detto...

qui a genova sono solo pieni di fango

mod ha detto...

...però anche tu sei per il "restare".
:-) ...e poi io di ca...uhm...leggo.
ekkekkazzo.

love, mod

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Sono domande retoriche, caro Gap.

il Russo ha detto...

Vicino a Genova, tutto il resto oggi è noia.

Zio Scriba ha detto...

Sfido io che certi posti sono pieni: e dove le trovi le troie a 87 centesimi?
Ah, no, erano le trofie... ma è convenientino lo stesso, no?