Pagine

giovedì 22 settembre 2011

Presentazione

Quello che leggerete, se ne avrete voglia, nel prossimo post è un misto di ricordi miei, di altri e di storie raccontatemi o orecchiate. E' un viaggio di ritorno immaginario nell'infanzia e nell'adolescenza di un qualsiasi bambino cresciuto in provincia. Quella provincia che tanto dibattito culturale ha provocato nel secolo scorso. Mi sono appropriato, come detto, nello scrivere, di ricordi e esperienze altrui mescolati con i miei e conditi con una certa dose di fantasia che in alcune parti ha preso decisamente il sopravvento. Trattandosi di ricordi ormai lontani nel tempo e di racconti di seconda e terza mano, li ho dovuti integrare e completare, nella mia testa risultano diversi ma nella finzione letteraria (suona presuntuosa la parola) conservano una verità di fondo. Non mancano esperienze anche adulte riadattate all'età e all'epoca. Se mi leggesse qualche conoscente o parente o amico di vecchia o vecchissima data, potrebbe ritrovare in queste righe un pezzo della propria vita, della nostra quotidianità paesana che tanto ci ha segnato. Le grandi amicizie fondate su grandi speranze poi morte entrambe su grandi delusioni. Alcune situazioni sono di pura fantasia e non coinvolgono nessuno se non me stesso che le ho partorite. Vera è la statale come reale è il paese e le descrizioni dei luoghi. Sono i posti della mia vita fino alla giovinezza. Poi li ho abbandonati, con poco rimpianto. O forse anche io mi nascondo delle cose? Ci penserò.
Come al solito sarò lungo, lunghissimo. Ma non è, né sarà, un problema mio. E, sempre come al solito, non prometto e non garantisco che ci sarà una parola Fine. La costanza l'ho persa con il lavoro.

4 commenti:

Cri ha detto...

Ora vado a letto, ma da domattina mi dispongo ad ascoltare coi gomiti sul tavolo e le guance appoggiate ai pugni. Buonanotte!

il monticiano ha detto...

Sono molto curioso di leggere questo prossimo tuo post e resto in attesa.

Marte ha detto...

beh...sto prossimo post?

Ernest ha detto...

attendo curioso! E ti dico già grazie....