Pagine

martedì 18 gennaio 2011

Viva la patata

Qualcuno (tanto per non fare nomi Il Russo) ieri, commentando il precedente post, ha detto:
Bé, almeno tu non pensi alla patata.

Vorrei smentire questa affermazione che mette in dubbio la mia italica propensione alla patata o come va di modo adesso, la patatina. Di seguito troverete gli argomenti che porto a mia discolpa. Non fidanzate immaginarie, non desiderio di distrazione, non presunte idee di impunità e altro ancora. Solo fatti inequivocabili che tutti possono constatare.
Patate fritte.
Patate al burro.
Patatine novelle al forno.
Patate arrosto.
Patate bollite.
Patate in purea.
Sformato di patate alla napoletana.
Patate e cozze alla salentina.
Gnocchi di patate.
Minestra di patate.
Zuppa di patate.
Torta di patate.
Patate ripiene.
Patate alla savoiarda.
Frittata di patate.
Patate con il lardo.
Patate al tegame.
Insalata di patate.
Patate con le mandorle alla spagnola.
Patate alla bolognese.
Rosti alla svizzera.

e, se non vi fanno schifo,
patate e banane all'hawaiana.

Ricordate:
La patata tira. Quasi come un ........

14 commenti:

Punzy ha detto...

io ce l'ho e tu no!!!

tiè

Chica ha detto...

perchè non ne hai messa una senza mutande???@_________@

Angelo azzurro ha detto...

Quello sopra è un dipinto, vero?
Non ricordo l'autore però...

Ernest ha detto...

:)
ora sono tranquillo, anzi le vado a fare al forno!

listener-mgneros ha detto...

L'origine del mondo, Gustave Courbet
Parigi Museo D'orsay

Chica ha detto...

ecco..mi pareva un quadro conosciuto......................e non è una battuta....solo che non conoscevo ne il titolo ne l'autore...

Anonimo ha detto...

Anche con ironia sempre un occhio attento alle donne il nostro Gap. Non se ne può più di tutto questo parlare delle questioni degli ultimi giorni senza prendere in considerazione quanto la situazione delle donne si stia aggravando. Il patriarcato, il maschilismo, il potere, lo Stato...tutto e sempre ancora a nostro detrimento, per continuare a metterci in una posizione che oscilla tra due punti estremi, o sante madri o puttane. O il family day o il bordello..anni e anni di lotte dimenticati. E' davvero ora di dire basta!
Riccioli Neri
Riccioli Neri

Gap ha detto...

Grazie List, per esserti sostituito a me. Preciso e puntale come sempre.
Grazie a tutte/i per aver capito il senso del post.
Qualcuno ieri mi ha detto che era un po' volgare. Io lo trovo di una finezza, rispetto alla situazione politica, ineguagliabile.

listener-mgneros ha detto...

grazie a te per averlo pubblicato amo quel quadro...e visto al d'orsay è intensissimo...una pornografia (scandalo) vera e ribelle luminosa e profonda...non la paccottiglia insulsa da bordello del ventennio che ci ammorba in italia.

la Volpe ha detto...

uhm

Anonimo ha detto...

Patate e cozze alla salentina te la passo per il post divertente,manca il pomodoro.....comunque si chiama Taieddha.........e se vuoi te la cucino presto!!!

Un abbraccio

Melo

Gap ha detto...

Melo, sempre disponibile, basta che la quantità sia industriale.

il Russo ha detto...

Perchè questo bellissimo post all'epoca non l'avevo commentato?

Gap ha detto...

perché sei rimasto folgorato dal quadro!