Pagine

martedì 14 dicembre 2010

La farsa politica 2

Nel post di ieri, che preconizzava quello che è realmente successo alla Camera dei Deputati, c'era un erorre. Ad un certo punto dicevo che: "Così avremo un re nudo e un pretendente in mutande". La versione corretta è: "Così avremo un re in mutande e un pretendente nudo".
Che altro dire? Che qualche volta si scrive e si parla convinti delle proprie ragioni e nel contempo si spera di essere smentiti dai fatti. Non è andata così. Pecunia non olet, penso sia il pensiero che più spesso ha attraversato i vuoti cervelli di politica e di interesse pubblico di molti "onorevoli". Non mi va nemmeno di riportare la definizione di dignità, tempo perso. Mi vado a prendere un caffè.

P.S. Che dice Veltroni del suo grande acquisto Calearo?


Potrebbe essere utile?

3 commenti:

la Volpe ha detto...

Non so, preferisco pensare a Marco Fedi o alla Mogherini :)

Parola di verifica: somebaci

Anonimo ha detto...

Ma sì un bel caffè e almeno si sente un bell'aroma..........intanto come canticchiava Battiato "Nel fango affonda lo stivale dei maiali"........ senza prospettiva purtroppo!!!

Un abbraccio
Melo

Zio Scriba ha detto...

Niente di cui sorprendersi. Ma come si chiamava quella medicina? Zofran, mi pare...