Pagine

martedì 9 novembre 2010

Esegesi del pensiero recondito di Berlusconi

A volte le parole sono un inutile orpello.





10 commenti:

Ramingo ha detto...

Sbaglio, o c'è un tema che ricorre più di altri, nei pensieri di Silvione?

Luz ha detto...

E' bellissimo questo post, ed anche esaustivo. Ne voglio fare uno pure io su me stessa e i miei pensieri e, giuro, senza barare, senza mettere concetti astratti. Poi se vuoi li confrontiamo.

Zio Scriba ha detto...

Direi un post spettacoloso. Quasi quasi te lo invidio... :D
Ciao Gap!

silvano ha detto...

Essenziale. Parli anche tu adesso per immagini cortocicuitando la razionalità e comunicando direttamente alla nostra sfera emotiva? Novello partito dell'amore anche a pagamento va bene?

listener ha detto...

sono l'emblema di questo popolo incapace di pensare, di amare e persino incapace di peccare. Penoso.

Gap ha detto...

@ silvano preferivi un post di 17.453 battute che riassumesse il non-pensiero del signore in questione?

Arguzia ha detto...

Guardo quelle manette e penso solo a me che festeggio offrendo vino&porchetta al Circo Massimo mentre canto CELEBRATION (si, a volte sono trash, ma il sogno è così).

Chica ha detto...

ma le mutande nere in alto a destra ..che c'azzeccano???

Anonimo ha detto...

Anche perché ormai non ci sono davvero più parole!!!!
Riccioli Neri

il Russo ha detto...

Preferisco ancora (un nostalgico?) la forza delle parole a quella, sicuramente dirompente, più immediata delle immagini.
Ma il lampadario è quello che hai in sala?