Pagine

lunedì 11 ottobre 2010

L'immaginazione non ha limiti

Due pensieri al volo, così tanto per dire.
Nell'antichità e fino all'epoca di Napoleone, condottieri, re e imperatori si ponevano al comando delle truppe e andavano in battaglia, qualche volta ci lasciavano anche la pelle. A qualcuno, Giulio Cesare, andò meglio e al comando delle sue truppe raggiunse Roma dove si fece imperatore per poi morire per mano di Bruto. Anche Augusto combatté i suoi nemici in prima persona al comando della flotta e delle truppe. Tanto per non tirarla per la lunghe con gli esempi e le citazioni, veniamo alla domanda finale.
Ve lo immaginate in Afghanistan al comando delle truppe o mentre pilota un aereo pronto a sganciare bombe??

6 commenti:

Punzy ha detto...

si, purtroppo si, me lo immagino

Harmonica ha detto...

nel solco de l'armiamoci e partite...

Martina Di Renzo ha detto...

non seguo molto le vicende italiane ultimamente, ammetto di non aver avuto tempo. pero' questo scritto ha scatenato la mia, di immaginazione: perché non lanciare lui come bomba?

listener ha detto...

uhm...nemmeno come Gran Mogol al comando di una schiera di giovani marmotte pronte per il campo estivo...

Arguzia ha detto...

No, non me lo immagino. Ma sono pronta a ricredermi. Quando parte?

Chica ha detto...

quoto Arguzia....QUANDO PARTE??????????