Pagine

domenica 4 luglio 2010

Pubblicità e altro ancora

Avete presente il nuovo spot dell'Enel che magnifica l'azienda? Quello dove si vede un operaio che arriva dal passato fino ad incontrare, dopo la nuotatrice Pellegrini, un fighetto con la smart elettrica? Si, quello dove l'operaio che viene da lontano è piuttosto bruttino e ha una faccia da sfigato, una faccia da pugile suonato che richiama quella di Gassman nei Mostri. Si, insomma, l'Enel ci ha fatto vedere come sono cambiati i tempi, furgone e operaio in tuta bruttino e sfigato ieri, belloccio pulito biondastro con i denti dritti e con la macchinetta ecologica oggi. E le centrali nucleari dove le mettiamo? Nel culo della gente che ancora abbocca a certe pubblicità.


Certo è che altre pubblicità non ci meritiamo visto che siamo un paese di creduloni. A dar retta a certi personaggi televisivi oggi non dovremmo far altro che stare attaccati al telefonino a parlare, di cosa non si sa ma basta che ti si veda al cellulare o a messaggiare senza soluzione di continuità. Tutti ad offrire tariffe e apparecchi di ultima generazione per fare una cosa che non si è più in grado di fare: intrattenere normali rapporti sociali e umani.

Però, mi raccomando, dopo chi vi siete ingozzati di yogurt per poter meglio defecare.

Quando ero ragazzetto, andavo nella sala da ballo di mio zio a dare una mano. Una domenica al guardaroba, una al bar o dove serviva per racimolare qualche liretta e tentare qualche maldestro approccio con l'altro sesso che gentile non lo era mai. L'unica forma di pubblicità erano i manifesti che reclamizzavano l'orario in cui suonava l'ospite di turno. Ricordo che per il locale sono passati Mal e i Primitives quando non erano nessuno (come poi del resto), Wess e gli Airedales che altri non erano che il complesso di Rocky Roberts e personaggi minori da sala da ballo. Ora la pubblicità delle discoteche, dove, salvo rari casi, non si suona più dal vero, fonda tutto sulla presenza di qualche fuoriuscito da un qualunque reality del cazzo. "Alle cinque interverrà Pinco Pallino", la partecipazione consisterà nello stare seduto su un divano con l'aria di sufficienza a sorbire una bevanda qualsiasi con una massa di cojoni intorno a sbavare come lumache. Per questa presenza percepiranno, se è vero ciò che si dice, tra i 3.000 e i 10.000€ secondo il grado di gradimento ricevuto nei vari programmi.

D'altronde questa è l'Italia. Nella piazza di Genzano questa sera si terrà la terza edizione di una esibizione di kick boxing che sarà sicuramente molto partecipata. Certamente molto di più di un concerto fatto anni fa da un pianista internazionale in occasione di un anniversario di Mozart. 108 persone comprese assessore (io), direttore della manifestazione e vari collaboratori.

Ma cosa attendersi da un Paese che è costretto a subire continui attacchi alla democrazia da coloro che la dovrebbero difendere e incrementare? Cosa attendersi quando si è costretti a scendere in piazza per difendere il diritto all'informazione e il lavoro di magistrati e forze dell'ordine (non sempre difendibili)?

Ed è preoccupante, e molto, anche il tentativo di mettere gli uni contro gli altri nel lavoro, o nella disoccupazione, in tempi di crisi. E' giusto aiutare chi perde lavoro o sarebbe meglio aiutare i giovani a trovare lavoro? Come dire: meglio l'uovo oggi o la gallina domani? Se aiuto i genitori in qualche modo aiuto anche i figli, se aiuto i figli dovranno essere questi ad aiutare poi i genitori. Non sarebbe più logico aiutare entrambi? E non è utopia, in altri paesi accade e da sempre. Ma in Italia è sempre meglio applicare il divide et impera di romana memoria.

Gli effetti di questa divisione sono poi che un megalomane qualsiasi, che gioca con e sulla pelle degli altri, possa poi dire "Ghe pensi mi". Fino ad ora ha pensato ai fatti e agli affari suoi e la promessa che continuerà a farlo mi provoca sconcerto e terrore.

E' estate, fa caldo come da migliaia o milioni di anni a questa parte, come fa freddo d'inverno, come l'acqua è bagnata e altre cazzate simili. E' tutto un fiorire di servizi televisivi sui pericoli del caldo, sulla frutta e sulla verdura, sui gelati, sui parchi di divertimento, su tutto meno che sulle difficoltà degli italiani. Sarebbe comico se non fosse tragico.

E come se non bastasse la grave situazione che viviamo, vengono a mancare anche voci amiche che chiudono il blog o diradano la presenza o pubblicano sibillini post tutti da interpretare. Non mi accodo a coloro che piangono se "una voce libera chiude". Non lo faccio per cinismo, ma perché capisco le ragioni di coloro che abbassano la saracinesca. Spesso lo vorrei fare anche io, ma non ho, in questo momento la forza. In fondo ci vuole coraggio per troncare una relazione che si pensa vada avanti stancamente. Marte questo coraggio lo ha avuto.

P.S. Qualcuno mi spiega cosa fare per non caricare i video in formato gigante come qualche volta accade?

16 commenti:

Chica ha detto...

aeemmmhh... si dice "Kick"....a parte questa stronzata, sarebbe bello se le persone oltre ad apprezzare una manifestazione sportiva , apprezzasse anche una manifestazione culturale...così non è e per esperienza personale, posso giurarti che anche le manifestazioni in piazza di sport (o discipline ) figlie di un dio minore non riscuotono poi così interesse....prova invece a fare una minchionata tragi-comica-ridicola come "Velone" e vedrai quanta gente....
la sparizione di Marte dispiace anche me, che la seguivo da poco , ma mi piaceva molto il suo pensiero e il suo modo di esporlo...spero solo che si sia presa una pausa e che prima o poi torni...

Per i filmati: qualeche riga sotto il video scelto, c'è tutta una serie di "video" di varie dimensioni..se clicchi sul più piccolo, cambierà anche una parte dell'htlm da incorporare....

il monticiano ha detto...

La faccenda che non riesco a spiegarmi è come mai strade ed autostrade sono intasate fino all'inverosimile, spiagge, agriturismo e luoghi di villeggiatura
strapieni, aerei e treni che vanno e vengono. Ci sono vari TG che non fanno altro che far vedere tutto ciò
anziché dare le notizie della nostra realtà attuale.

Per il PS fortuna che è intervenuta Chica, per me è cinese.

Gap ha detto...

Grazie per la segnalazione, l'ho anche riletto e non i ero accorto dell'errore.

Bastian Cuntrari ha detto...

Cavolo... quanta carne al fuoco, Gap!
Comincio dalla fine: è vero quello che suggerisce Chica di scegliere tra le varie opzioni che ti fornisce YouTube, ma sono - per il mio template - troppo grandi. Allora copio il codice da incorporare e poi lo modifico (per far questo devi andare (nella pagina in cui scrivi il post) in "modifica HTLM". Il video che hai caricato vedo che è 640x385 pixel. A me la larghezza funziona a 400, ergo faccio la proporzione. 640:400=385:x e "x" è uguale a 240 (circa). A 'sto punto sostituisci i valori 640 e 385 rispettivamente con 400 e 240 (sono ripetuti 2 volte, all'inizio e alla fine). Metodo casareccio, ma funzika!

Quanto alle varie pubblicità di telefonia, ti quoto: anche se l'ultima della 3 con Raoul Bova mi piace di più, perché è la vendetta della bruttina col cervello sulla velinona stronza!

Il "Ghe pensi mi" mi ha fatto rizzare i capelli: più che una promessa, mi è parsa una minaccia. E "da che lì" non credo ci si possa aspettare niente di buono.

Last, but not least, Activia funziona: fìdati...

Arcureo ha detto...

"la partecipazione consisterà nello stare seduto su un divano con l'aria di sufficienza a sorbire una bevanda qualsiasi con una massa di cojoni intorno a sbavare come lumache" ...è da applauso a scena aperta!
(E ti posso confermare, per conoscenza diretta di un personaggio "famosetto" della TV, che quelle cifre che citi poco dopo sono assolutamente realistiche. Giusto a confermare il grado di coglionaggine di quelli che fanno la fila per pagarli e stare a vederseli sorbire stancamente un mojito, salutando svogliati la folla)

Marte ha detto...

Caro Gap, c'è chi mi ha dedicato un necrologio (che in vita non mi sarei mai aspettata) e chi invece mi rende omaggio del coraggio.
Il blog si chiamava In Circolo, anche per il segno della spirale che giro dopo giro muta orizzonte, sempre salda sul giro appena passato sempre di corsa verso quello futuro.

Marte resta Marte, cambia formza, cerca modalità nuove. Spero di trovarle. In omaggio a quello che mi ha portata fin qui e come buon auspicio per quello che sarà.

Gap ha detto...

Bastian, sei un mito!!!!!!!

Bastian Cuntrari ha detto...

... e te ne sei accorto solo ora???

ihihihi!!!

Chica ha detto...

aò!!! e io???:-PPPP

il monticiano ha detto...

Ho capito in mezzo a 'ste scienziate matematiche - l'equazione me mancava tanto - io me vado a suicida'.
C'è posto ar ponte dell'Ariccia?

Punzy ha detto...

io, invece, schifo più di tutte la pubblicità dello yougurt senza il quale, a quanto pare, saremmo tutti stitici.
Io, però, ricordo benissimo che prima dello yogurt si cagava tutti di liscio egregiamente

eppure, è lo yogurt più strafogato durante le pause dalle mia colleghe barbie; l'hanno messo anche nei distributori automatici..

Chica ha detto...

no Monticià..me dispiace ma al ponte d'ariccia c'hanno messo le protezioni..:DD
...e nun te venisse in mente de bloccà la circolazione ferroviaria co' gesti inconsulti!!!!:-P

il Russo ha detto...

Ma quante minchia di cose hai scritto? Troppa carne al fuoco caro Gap, troppa carne al fuoco...

loris ha detto...

...Se guardavi "Telecamere" di oggi condotto da La Rosa, sul nucleare, con la partecipazione della Prestigiacomo PDL e di Colaninno PD...ti saresti incazzato assai di più.
Ricordati Gap...che al peggio non c'è mai limite.

listener ha detto...

vorrei commentare in molti modi, ma la mia battaglia, dopo undici ore di lavoro di braccia e muscoli e rabbia, a volte è solo mantenere vive le mie parti fertili...come e dove è la mia libertà deciderlo. Per il resto è giusto chiudere o riaprire il proprio spazio.

silvano ha detto...

Tanta carne al fuoco, come hanno già notato altri. Ci potremmo fare una mega grigliata mista.
Ma anche a me viene regolarmente voglia di chiudere e però, come hai notato, anche quella è una decisione pesante, per niente facile.
Scrivo per me, questa è l'unica. Se poi a qualcuno interessa mi fa piacere, ma scrivo e sempre più scriverò per me.
ciao.