Pagine

domenica 20 giugno 2010

Piccolo alfabeto domenicale

Accordo- il Devoto-Oli dice: conformità d'opinioni, d'intenti o d'affetti. Nella questione Pomigliano dove si può vedere la conformità d'opinione e d'intenti, non parliamo degli affetti. Iniziamo a chiamarlo Imposizione di Pomigliano e avremo una prospettiva diversa di ciò che è conosciuto come l' "Accordo Fiat".

B1- Se una legge viene chiamata bavaglio, sempre il Devoto Oli ci dice: fazzoletto o pezzo di stoffa o tampone che viene applicato con forza alla bocca di una persona per impedirle di parlare o di gridare, dalla totalità degli organi di stampa, tolto il Tg1 di Minzolini che dedica l'apertura ai mondiali pallonari che tanto ci si addicono, ci sarà pure un problema?
B2- Se Berlusconi preme così tanto per la sua approvazione ci sarà pure un perché e un ulteriore problema?
B3- Bersani a Roma dice qualcosa che ricorda un partito della sinistra.

Cani- Si avvicina l'estate, forse, e si inizia a parlare dell'abbandono degli animali domestici e in particolare dei gatti e dei cani. A quelle vere bestie umane che abbandonano i cani dà una mano l'Iran fornendo un alibi: "Immondi, sporchi e occidentali". Usando gli iraniani il termine "occidentale" come sinonimo di capitalismo, imperialismo, l'ultimo aggettivo è ad esclusivo uso delle bestie umane di sinistra. Solidarietà incondizionata ai cani, gatti e a qualsiasi specie del regno animale.

Cani2- E che dire della moda di colorare i cani come se fossero altri animali? Non è possibile vietare questa forma di crudeltà che soddisfa solo le fantasie malate dei padroni?

Diplomazia- Un convoglio libanese si avvicina a Gaza. La diplomazia che cosa fa? La parola tornerà alle armi?

Fassino- Su Repubblica l'ex segretario dei Ds, torinese, dichiara: "Marchionne fa il padrone ma l'assenteismo va colpito" ovvero un colpo al cerchio e uno alla botte. Invece di dirlo a Repubblica perché non va a dirlo davanti ai cancelli della Fiat e delle altre fabbriche? Perché non colpire gli assenteisti senza metterlo nel culo a tutti i lavoratori?

Gifuni- L'attore Fabrizio Gifuni ruba la platea ai vertici del Pd iniziando il suo intervento con: "Cari compagni e compagne".

Libri- Perché uno compra libri per poi farseli fregare da coloro che li chiedono in prestito?

Mondiali- Domanda un po' stupida. Non potendo leggere tutto ciò che viene scritto, devo aver perso la notizia che spiega perché la canzone dei mondiali l'ha cantata quel gran bel pezzo di figliola di Shakira, che è colombiana. Possibile che in Sud Africa, o nell'Africa, non ci fosse qualcuno in grado di cantare? Perché non Johnny Clegg, lo zulu bianco?

Operai- Con la nuova organizzazione del lavoro non dovranno nemmeno più spostarsi, per montare i pezzi basterà fare una semplice torsione del busto. Ma di cosa si lamentano? La Fiat si è preoccupata di far fare loro ginnastica così potranno rimanere in forma, e vengono pure pagati. In palestra dovrebbero, invece pagare loro. Ingrati.

Privacy- A Dubai, dove già esistono 25.000 videocamere a circuito chiuso, hanno deciso di investire 136milioni di dollari per aumentarne il numero perché la sicurezza è prioritaria rispetto alla riservetazza personale. Che ne pensa il nostro governo?

Saramago- Non trovo più nella libreria "Il vangelo secondo Gesù". La cosa mi fa imbestialire.

Testa di Legno- Correttamente la voce sarebbe dovuta essere Ponte di Legno, ma con testa si adatta a molte situazioni e moltissime persone. Un nome a caso: Capezzone.

Vuvuzela- Tutti a lamentarsi delle trombette africane ma nessuno si lamenta delle micidiali "trombette" europee che si vendono anche ai semafori. Almeno le vuvuzelas occorre suonarle, noi occidentali con le trombe usiamo solo le mani.

Ammazza come è lungo l'alfabeto, e nemmeno l'ho completato!!!



3 commenti:

silvano ha detto...

Per Vangelo di Saramago te lo posso prestare io. Anzi potremmo fare così, ti telefono e te lo detto (pronte carta e penna?), chè così me lo rileggo!

Ernest ha detto...

Ce l'ho fatta sono arrivato in fondo... fantastico B3! un saluto

la Volpe ha detto...

bello! letto un giorno in ritardo, ma con molto gusto. almeno ci resta l'ironia.