Pagine

mercoledì 9 giugno 2010

Domanda

Quando un popolo, per soddisfare i bisogni e i capricci del proprio capo, rinuncia a spazi di libertà come lo possiamo qualificare?

9 commenti:

Arcureo ha detto...

Meritorio del capo che s'è scelto, evidentemente.

il monticiano ha detto...

Quello che siamo, a parte pochi.

listener ha detto...

popolo?

Punzy ha detto...

Branco di pecore
caproni ciechi
moneuronico
asinaptico fastiscicheggiante
ne ho ancora ma voglio lasciare spazio a tutti

Ernest ha detto...

Direi come periodo 1994-2010! Per ora...
un saluto

Punzy ha detto...

popolo cieco volontario
popolo dal cervello atrofizzato
popolo che si vende per niente
popolo ignorante che non ha coscienza dei propri ditritti

silvano ha detto...

Pubblico.

Luca ha detto...

Serio e non fazioso.

Gap ha detto...

Luca, hai una idea di popolo che assomiglia tanto al popolo bue di cui si è beato il duce per un ventennio. Un popolo che serve solo a ratificare ciò che decidono gli altri, e nel ventennio, come ora, decideva addirittura uno solo. Quello di adesso con l'assenso colmo di piaggeria di coloro che vengono pagati per dire sempre e solo si.