Pagine

giovedì 20 maggio 2010

Un po' per celia e un po' per non morir

Il 3 settembre 2009 scrissi un post titolato "Attacco al cuore dello Stato 2", serie che è arrivata fino alla settima puntata, poi mi sono rotto e sono passato ad altro, che dopo l'approvazione della nuova legge sulle intercettazioni è ritornato d'attualità. Se non avete altro da fare e non lo avete letto all'epoca, e non sapete cosa vi siete persi, potete leggervelo ora. Tutta questa tiritera perché, nella mia supponenza e superbia, non mi voglio ripetere.

Su Magazine, settimanale del Corriere della Sera, viene settimanalmente (altrimenti che settimanale sarebbe?) pubblicata la classifica delle notizie più lette (della settimana è chiaro) su Corriere.it. Colpisce che al settimo posto della graduatoria ci sia questa notizia: "Collasso durante una partita di polo, muore il pony del principe Harry". Mi sono alzato dal divano, dove mi ero stravaccato per anestetizzare il mal di testa (a volte il vuoto fa di questi effetti) in preda alla disperazione. Avevo bucato questa notizia fondamentale per i destini del mondo. Non mi sono potuto strappare i capelli per mancanza della materia prima e non ho potuto piangere perché non avevo una cipolla a portata di mano, allora ho sentito il bisogno di condividere con voi il dolore per questa tragica e feral notizia. Ma non poteva essere il contrario?

Al numero 10 delle notizie più lette troviamo: "Leggende dal web: Michael Jackson è vivo e ha preso i panni di un suo amico". Sconvolto da questa eventualità ho messo un cd di Terence Trent D'Arby che all'epoca del suo maggior successo dichiarò che lui era più bravo dello scolorito.

Per concludere non posso fare a meno di segnalarvi, per voi che siete stanchi e sfibrati da una vita merdosa fatta di lavori saltuari, di precariato malpagato, di mutuo o affitto da pagare insomma, per tutti voi che affrontate la vita con coraggio e che non avete nessuno che vi paghi la casa e i suoi lavori di ristrutturazione, e consigliarvi "... il pacchetto da TRE giorni ..." a Castel Monastero, "... piccolo borgo medievale a circa 20 chilometri da Siena..." dove potrete riequilibrarvi e scoprire i segreti ayurvedici del guru indiano di Claudia Schiffer. Il tutto per la modica cifra (TRE GIORNI) di 1.300 euro escluso il soggiorno.
Non è uno scherzo, pag 92 sempre di Magazine di questa settimana.
Ce li mando io o lo fate da soli?

9 commenti:

Chica ha detto...

più passano gli anni , più mi rendo conto che non ho capito un cazzo della vita....dovevo fare il guru, altrochè!! io 1300 euri non li guadagno manco in un mese (dopo 25 anni di servizio)....beh..allora...posso mandarli affare in ..guru!!!

PS: forse non ci credi ma la parolina di conferma è: DIREISI!

il monticiano ha detto...

E se noi ce li mandassimo tutti insieme tipo coro delle voci bianche delle varie cappelle che esistono? Meglio ancora il coro di Amici miei quelli delle zingarate quando cantano "Bella figlia dell'amoreee"?

la Volpe ha detto...

a me la cosa che ha lasciato più perplesso è scoprire che tu possieda un cd di Terence Trent d'Arby :D

Ernest ha detto...

facciamo così ce li mandi te e lo facciamo anche noi!
un saluto

il Russo ha detto...

Ma i più senza magazine del corsera verrebbe da dire, certo che appena letto le parole "attacco al cuore dello stato" ho iniziato immediatamente a toccarmi sperando in una nuova puntata della saga che fa tremare pure il buon Lucas...

Punzy ha detto...

occhei, dai.
Tutti insieme
MA CE SIETE MAI STATI A QUEL PAESEEEEEEE

Perfido ha detto...

E ora che scendiamo in strada col forcone, altroché!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Tutto torna, tutto torna.

il Russo ha detto...

Perfido = Votantonio?