Pagine

lunedì 12 maggio 2008

Giorgiana Masi

Questa celebre foto di Tano D'Amico ritrae un poliziotto in borghese, mai identificato, con la pistola in pugno pochi minuti prima che Giorgiana venisse uccisa.


Il Pastore Tedesco ha perso un'altra occasione per stare zitto. Ma ormai parlano tutti da Calderoli in poi,in alto e in basso. Almeno Paparazzi ha qualche motivo, non condivisibile, per straparlare. L'aborto «ha provocato ferite nella società e svilito il valore della vita», per lui le donne che motivano per colpa delle mammane non contano un cazzo. Però alle donne che andavano ad abortire all'estero senza che nessuno sapesse nulla, davano l'assoluzione. Non vado oltre.
Non vorrei passare per un commemoratore ufficiale, ma il 12 maggio 1977 venne uccisa Giorgiana Masi nel corso di una manifestazione per festeggiare il terzo anniversario della legge sull'aborto. C'eravamo anche noi quel giorno, e mia moglie aveva il pancione. Siamo stati fortunati, come migliaia di altre persone che sono tornate a casa con la morte nel cuore ma vive.
Pensate voi che Benedetto XVI abbia parlato a caso e non abbia tenuto conto della data? Benedetti ingenui.

Gap

Ps Ieri il Papa ha inciampato ... (completate la frase come meglio vi aggrada)

Nessun commento: