Pagine

venerdì 11 aprile 2008

L'importanza di una scelta. Sconfiggere la destra

Anche questo è uno scritto del 1996, ho cambiato solo la data delle votazioni.

Si vota. Finalmente è finito il tormentone. I voti che deporremo nelle urne questa volta saranno particolarmente pesanti. Gli scenari che si apriranno dopo il 13 aprile sono solo due, senza mediazioni, con la vittoria del Polo delle Libertà (?) consegneremo l'Italia ad una coalizione composta da personaggi a dir poco equivoci. Inutile ripetere cose già dette, ma gli attacchi alle istituzioni, le minacce allo stato sociale ed in particolar modo alle donne, non lasciano dubbi su quale involuzione della società italiana ci troveremmo a fronteggiare.
Per la difesa di tutto ciò che è stato conquistato in cinquant'anni vi chiediamo di votare, come diceva Montanelli, turandoci il naso, ma comunque di votare. Chi ci conosce sa quali sono le nostre posizioni, esse non si discostano dal solco lasciato dal vecchio PCI, quindi, per forza di cose, i nostri voti vanno al PDS o Rifondazione Comunista. L'importante è comunque sconfiggere questo Polo affossatore di libertà, di democrazia e di solidarietà. Polo che attacca, in maniera brutale, quasi istiga al linciaggio, tutti quei magistrati che non sono d'accordo con le loro idee.
E' questo lo stato di diritto che ci attende in caso di una loro vittoria? Siamo certi che gli italiani non vogliono questo, siamo sicuri che il responso delle urne sconfiggerà i progetti liberticidi del Polo delle Libertà.
Chiudiamo con una esortazione dei tempi andati, ma che troviamo attualissima: che non un solo voto vada perduto.

Nessun commento: