Pagine

domenica 27 aprile 2008

Il bamba è tornato a casa



Andare a visitare i luoghi dell'eccedio di Marzabotto è sempre emozionante e duro. La cattiveria fatta sistema e tutte le altre cose dette e scritte da altri prima di me. La speranza è che ci sia sempre qualcuno che tenga accesa la fiaccola della memoria sui valori dell'antifascismo.
Sui prati di Monte Sole, in compagnia di giovani simpatici e non ancora consegnatisi al berlusconismo, abbiamo parlato, discusso e passato un pomeriggio di sole. Abbiamo anche sentito le brevi parole di Franco Fontana, all'epoca dell'eccidio giovanissima staffetta. Poche parole semplici ma diritte al cuore di tutti i presenti.
Fontana ha anche scritto un piccolo libro, subito acquistato, sulla sua vita tra l'estate del 1939 e il maggio del 1945. Avvenimenti che cambiarono radicalmente la sua, e quella di molti altri, vita. Ogni racconto sulla vita partigiana, comunque sia scritto, ha una sua dignità, un suo valore. Il libro di Fontana è scritto con l'animo di un giovane quindicenne che affronta cose più grandi di lui. E questa semplicità la si trova nelle parole del racconto che si chiude con la famosa definizione dei partigiani:

Dapprima fummo ribelli
poi patrioti,
infine uomini liberi



Franco Fontana

La staffetta

Oltre i portici
5€
www.oltreiportici.it

Nessun commento: